Facolta’ di scienze matematiche fisiche e naturali icon

Facolta’ di scienze matematiche fisiche e naturali


страницы:   1   2   3   4   5
FACOLTA’ DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI


UNIVERSITA’ DELLA CALABRIA



Corso di Laurea Triennale in Fisica




Manifesto degli Studi
a.a. 2010/2011



Premessa


Nell’a.a. 2010/2011 l’offerta formativa in Fisica della Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali presso l’Università della Calabria, si attua con i corsi di Laurea in Fisica (triennale) “nuovo ordinamento” (DM270).

Nell’organizzare i nuovi corsi di studio in Fisica, si è tenuto conto delle potenzialità e delle competenze che la ricerca in Fisica nell’Università della Calabria ha sviluppato, in particolare nei settori dell’astrofisica, della fisica dei plasmi, della fisica dei solidi e delle superfici, della fisica e della biofisica molecolare, della fisica nucleare, della fisica biomedica, della fisica sperimentale delle particelle elementari, della fisica teorica delle interazioni fondamentali, della materia condensata, della geofisica e della fisica dell’ambiente.

Sulla base di queste competenze e di queste attività di ricerca, che i professori e ricercatori del Dipartimento di Fisica svolgono in collaborazione con le istituzioni e i laboratori nazionali e internazionali più prestigiosi nel mondo, i corsi di studio in Fisica dell'Università della Calabria offrono ai giovani curiosi, vivaci e culturalmente ambiziosi, un servizio didattico, di formazione, di apprendistato e di specializzazione al livello dei più prestigiosi centri di formazione internazionali.

I corsi di studio in fisica sono quindi stati organizzati, da un lato, per formare e preparare i giovani capaci e meritevoli ad una competizione globale nel campo della ricerca e dell’innovazione scientifica, dall’altro per sfruttare le enormi potenzialità della cultura fisica, dei metodi e delle tecnologie sviluppati nell’ambito della ricerca, allo scopo di immettere sul mercato del lavoro professionalità nuove, adeguate e aggiornate.



  1. Curricula




Laurea Triennale in Fisica


Il Corso di Laurea Triennale in Fisica è istituito con lo scopo primario di fornire una solida preparazione in Fisica attraverso materie di base, caratterizzanti ed affini. La formazione dei laureati permetterà loro di cogliere gli aspetti essenziali e qualificanti di un fenomeno naturale o prodotto dalle attività umane, e di costruire un modello che possa descrivere il fenomeno stesso. I laureati dovranno anche sapere fare delle misure, facendo scelte critiche di utilizzo delle innovazioni tecnologiche, interpretare le misure stesse e costruirne un modello interpretativo. La preparazione conseguita dovrà inoltre avere insegnato al laureato come aggiornarsi e come adattarsi con estrema versatilità alle esigenze dei problemi da studiare e quindi alle necessità di un mondo del lavoro in rapida evoluzione. Il percorso formativo poggia su insegnamenti di base in ambito disciplinare di Matematica ed Informatica, di Chimica e di Fisica per un minimo di 40 CFU e si caratterizza attraverso le attività di Fisica sperimentali e teoriche. Le attività di laboratorio sono previste per quasi tutte le materie di insegnamento per circa 33CFU e avranno un importante ruolo nella formazione del laureato. Le attività formative ed integrative pari a 20CFU permettono il completamento della preparazione dello studente anche in settori già inclusi nelle attività formative di base. La prova finale è parte della formazione dello studente e la completa dandogli la possibilità di dimostrare il grado di formazione raggiunto.


^ 2. Ammissione al primo anno


Laurea in fisica


Nell'anno accademico 2010/2011 potranno essere immatricolati nel Corso di Laurea in Fisica 75 studenti. Gli studenti dovranno sostenere un test di verifica nel mese di settembre 2010; coloro che non supereranno la prova di verifica dovranno seguire un corso appositamente organizzato dalla Facoltà di Scienze Mat. Fis. Nat. per colmare le loro lacune culturali. I contenuti, la data e le modalità di svolgimento del test sono definiti nel bando di ammissione.


^ 3. Programmazione e organizzazione didattica



Organizzazione temporale

Il corso di laurea triennale in Fisica (DM270), come tutti i nuovi corsi di laurea dell’Università della Calabria è organizzato in semestri.

Per il terzo anno della Laurea Triennale (DM509) l’organizzazione è in trimestri.



^ Insegnamenti e moduli

Gli insegnamenti del corso di laurea in fisica triennale corrispondono ad argomenti chiaramente individuabili attraverso il titolo dell’insegnamento stesso. Alcuni di questi insegnamenti sono articolati in moduli pur essendo unico, l’esame. Gli insegnamenti che gli studenti devono seguire (piano degli studi) sono elencati nell’allegato 1, mentre la loro successione temporale nei semestri e la loro classificazione è presentata negli allegati 2, 2a. Nell’allegato 3 è mostrata l’articolazione in moduli di alcuni insegnamenti integrati e nell’allegato 4 i programmi dei vari insegnamenti. Gli insegnamenti consigliati per le materie a scelta sono nell’allegato 5.


Obblighi di frequenza, verifiche del profitto, esami

1.La frequenza ai corsi è di norma obbligatoria anche per gli studenti non a tempo pieno. La frequenza a tutte le altre attività di laboratorio è obbligatoria, tuttavia, possono essere esentati dalle attività specifiche di laboratorio solo quegli studenti con documentati problemi di salute. Il mancato ottenimento delle presenze ritenute indispensabili comporta l’automatico obbligo alla ripetizione delle stesse secondo modalità stabilite dal Consiglio di Corso di Laurea.

2. Il docente accerta la frequenza con modalità che debbono essere adeguatamente pubblicizzate dal docente stesso all’inizio del corso. La firma di frequenza deve essere necessariamente rilasciata o negata alla fine del corso; nel caso in cui la firma venga negata, ciò dovrà essere adeguatamente motivato in termini di accertata e documentata mancata frequenza in base alle modalità rese pubbliche dal docente stesso all’inizio del corso.

3. Per ottenere l’attestazione di frequenza di ogni singolo insegnamento è necessario aver frequentato almeno il 70% delle ore complessive di lezioni.

4. Lo studente ha comunque diritto, sempre che ne faccia richiesta all’inizio dei corsi, al rilascio da parte del docente di una dichiarazione attestante la sua presenza al corso.

5. Di norma, alla fine di ogni corso, tutti gli studenti in regola con l’iscrizione e le relative tasse, ne sostengono l’esame. Per gli studenti che non raggiungono la sufficienza possono essere organizzate attività didattiche di sostegno nella forma di “tutoraggio”; questi studenti possono sotenere la prova di esame nelle previste sessioni di recupero. Nel caso siano previsti più appelli di esame alla fine di ogni semestre, gli studenti iscritti regolarmente in corso potranno partecipare ad uno solo degli appelli.

6. Le prove di accertamento del profitto sostenute con esito negativo non comportano necessariamente l’attribuzione di un voto, salvo che tale voto confluisca in un voto complessivo di insegnamento che dovrà comportare comunque un esito positivo della prova. Gli studenti possono ripetere gli esami non superati relativi agli insegnamenti e alle altre attività didattiche, nelle relative sessioni di recupero previste dal calendario degli esami.

7. La commissione di accertamento del profitto per i corsi di insegnamento dovrà esprimere un voto in trentesimi per ognuno degli studenti a valle di una prova in forma scritta o pratica, in forma orale, o in forma scritta o pratica e orale. La prova scritta non può essere esclusivamente costituita da test a risposta multipla. Se tale prova risulta superata, lo studente può comunque chiedere di sostenere l’orale. L’esame è superato se la votazione ottenuta è non inferiore a 18/30. La votazione di 30/30 può essere accompagnata, a giudizio unanime della commissione esaminatrice, dalla lode. Nel caso di insegnamenti comprendenti attività di laboratorio, le prove scritte sono integrate da una prova di laboratorio.


^ Iscrizione agli anni successivi al primo

Gli studenti del corso di laurea in fisica che abbiano superato con successo tutti gli obblighi formativi previsti dal piano di studio ufficiale del curriculum cui sono iscritti, sono considerati “regolarmente in corso” nell’a.a. successivo. Gli studenti che non soddisfino tali condizioni vengono considerati “non regolarmente” in corso. In tal caso entro la fine del mese di settembre essi devono presentare un piano di studio per l’a.a. successivo concordato con il docente-tutor. In questo piano di studio oltre ad inserire insegnamenti in cui non abbiano riportato una votazione sufficiente e che appartengono ad insegnamenti non superati, possono inserire insegnamenti previsti per l’a.a. successivo, la cui frequenza sia compatibile, dal punto di vista della propedeuticità e della collocazione nell’orario delle lezioni.

Gli studenti che non abbiano acquisito almeno 25 crediti alla fine del primo anno accademico, almeno 60 crediti alla fine del secondo anno accademico e almeno 95 crediti alla fine del terzo ano accademico, perdono il diritto a continuare i loro studi nel corso di laurea i fisica.


Lo studente ha comunque la Facoltà di rinunciare agli studi intrapresi e partecipare alle procedure di ammissione per un nuovo corso di studi con il riconoscimento della precedente carriera. Lo studente non può comunque essere iscritto contemporaneamente a due corsi di studio.


^ Piani di studio



Entro il mese di dicembre del primo anno di corso, gli studenti del corso di laurea in fisica presentano al presidente del CCL ogni variazione del piano di studio in cui sarnno indicati i titoli degli insegnamenti a scelta dello studente e le opzioni tra le altre attività formative ove previste; tale scelta sarà comunque preceduta da un incontro organizzato dal presidente del CL Fisica, nel quale verranno presentati agli studenti i differenti percorsi formativi. Il piano di studio deve essere vistato dal docente-tutor ed approvato dal consiglio di corso di laurea. Eventuali proposte di modifica a questo piano di studio potranno essere presentate con le stesse modalità, entro il 30 aprile. Essi vengono approvati dal consiglio di corso di laurea e trasmessi all’Area Didattica non oltre il 31 maggio.


^ Insegnamenti a scelta

Nel terzo anno di corso di laurea in fisica gli studenti devono seguire uno o più insegnamenti scelti da loro, per un totale di 10 crediti. Gli insegnamenti suggeriti a tal fine per il corso di laurea triennale in fisica per l’a.a. 2010/2011 sono riportati nell’ allegato 5.

Tali insegnamenti potranno essere attivati se inseriti nel piano di studio da un numero congruo di studenti definito dal consiglio di corso di studi in fisica.


^ Iscrizione a singoli insegnamenti

Al fine di acquisire i requisiti curriculari necessari all’iscrizione ai corsi di studio in Fisica, e possibile iscriversi ad uno o più insegnamenti del corso di studi. L’accettazione è subordinata al parere favorevole del consiglio di corso di studi in fisica. Gli studenti hanno diritto a sostenere le prove di accertamento del profitto relative agli insegnamenti cui risultano iscritti. La contribuzione dovuta per l’iscrizione a singoli insegnamenti è pari alla frazione della contribuzione dovuta dagli studenti ordinari corrispondente al rapporto tra il numero dei crediti dei singoli insegnamenti e i crediti di un intero anno (60).




Download 356 Kb.
leave a comment
Page1/5
Date conversion31.08.2011
Size356 Kb.
TypeДокументы, Educational materials
Add document to your blog or website

страницы:   1   2   3   4   5
Be the first user to rate this..
Your rate:
Place this button on your site:
docs.exdat.com

The database is protected by copyright ©exdat 2000-2017
При копировании материала укажите ссылку
send message
Documents

upload
Documents

Рейтинг@Mail.ru
наверх